mercoledì 21 febbraio 2018

Xmilia - Preview


Per il terzo anno consecutivo mi ritrovo alla partenza di quella che è una delle gare più partecipate e riuscite del calendario, vuoi per la peculiarità della distanza (si corrono le dieci miglia romane, all'incirca 14 chilometri e 800 metri), vuoi per la sistemazione particolarmente felice come data che la pone come tappa obbligata per tutti quelli che stanno preparando la Roma Ostia, in programma tra due settimane.

Per quanto mi riguarda sono stato in dubbio fino all'ultimo se partecipare, poi mi sono convinto per avere la possibilità di correre quello che da tabella si preannunciava come un medio piuttosto noioso in gara e dal fatto che ad organizzare la gara è la mia società, per cui non potevo proprio mancare.

Poco da dire sulla gara in sè, tutte le info le trovate sul post che ho fatto l'anno scorso: non cambia nulla nè come logistica nè come percorso. (clicca qui). Il pettorale si può ritirare sabato prossimo dalle 10 alle 18 presso il negozio LBM di Via Tuscolana. Il pacco gara, che verrà consegnato al termine della gara, consiste in una maglietta della manifestazione fornita dallo sponsor tecnico Diadora.

La partenza è prevista per le 9.30, sperando che il tempo sia più clemente di quanto annunciano le previsioni. Il timing ufficiale sarà a cura della TDS, che stilerà la classifica sul gun time ma assicurerà ai partecipanti anche la rilevazione del real time. Ricordo, infine, che domenica prossima è previsto il blocco del traffico, in occasione dell'ultima domenica ecologica della stagione: i partecipanti alla manifestazione avranno comunque la possibilità di raggiungere Tor Vergata mediante un'apposita autorizzazione che sarà disponibile sul sito della gara nei prossimi giorni.

lunedì 5 febbraio 2018

2017 - Year in review

Sogorun - Le gare disputate nel 2017
Per il runner le statistiche sulla propria attività agonistica sono interessanti per capire in che direzione si sta andando. Ecco perchè ogni fine anno faccio un breve resume dell'anno solare, grazie ai dati raccolti ed alaborati da podismo.run. Nel 2017 ho disputato 16 gare, una in meno del 2017, ma sono state gare più lunghe: ho infatti disputato ben 3 maratone, 4 mezze maratone e la mia prima ultra (la 6 ore di Pescara). Complessivamente i chilometri di gara sono stati 355,53 Km  rispetto ai 249 dello scorso anno. Interessante anche come il passo medio si sia notevolmente abbassato, passando dai 4'40"/Km del 2016 ai 4'22"/Km del 2017.

Il 2017 è stato anche l'anno in cui sono riuscito ad abbassare tutti i miei personali, dalla maratona (con le 3h14' di Torino), alla mezza (1h28" della Roma-Ostia di marzo con altre due mezze corse sotto l'1h30 minuti), fino ai dieci chilometri nei quali sono riuscito ad abbattere il muro dei 40 minuti.

Sogorun - Statistiche maratone 2017

Il sito maximaratona.it ci consente un focus sull'attività svolta nella gara Regina. Le 3 maratone corse nel 2017 mi hanno portato fino alla 4004° posizione su 32741 atleti migliorando di oltre novemila posizioni rispetto all'anno precedente (quello dell'esordio di Firenze).

lunedì 15 gennaio 2018

#Gara 8 - Trofeo Lidense


Ancora un successo per quella che è ormai una delle classiche d'inverno del panorama podistico romano: in uno scenario dove i numeri si stanno contraendo, infatti, la 21° edizione del Trofeo Lidense che si è corsa questa domenica a Ostia ha fatto segnare un record di partecipanti confermano all'arrivo oltre 1400 runners.

La mattinata era l'ideale per correre: fredda e soleggiata, come può esserlo una giornata di metà gennaio. Dopo la consegna della borsa al deposito (come al solito ottima l'organizzazione) e un breve riscaldamento tutti pronti a partire. Il nuovo percorso prevede partenza e arrivo nel bel scenario di Piazza Anco Marzio, il salotto di Ostia. Peccato che la misurazione del percorso ne abbia in qualche misura risentito (ufficialmente sono 15 chilometri, in realtà sembrano mancare almeno 300 metri). Ad ogni modo il percorso è bello: sei chilometri di lungomare, tra andata e ritorno, e tutto il giro classico in Pineta.



Per quanto mi riguarda dopo qualche difficoltà iniziale nel solito imbuto dei partecipanti, reso ancora più complicato da superare dalla ridotta dimensione della sede stradale a noi destinata, riesco ad assestarmi su un buon ritmo intorno ai 3'55"/Km. Il percorso totalmente pianeggiante aiuta a mantenere il ritmo e passo ai 10 addirittura farei segnare col Garmin il mio personale (39'26"). Gli ultimi chilometri comunque sono i più duri, il 12° è stato misurato chiaramente più corto ma non fa differenza ormai. Guardando il tempo mi rendo conto che l'obiettivo di stare sotto l'ora è ormai a portata di mano. Ultimo sprint dopo la curva verso l'arrivo e chiudo in 86° posizione assoluta (su 1440) col tempo di 58'05" e il real time di 57'53", migliorando di oltre 5 minuti il tempo dello scorso anno.

Trofeo Lidense risultati TDS - Clicca per ingrandire
Un'ottima prova nel complesso, sia per il tempo che soprattutto per la capacità di gestire un passo così elevato per un chilometraggio più ampio dei soliti 10k. Ora sotto con la preparazione primaverile e arrivederci a Ostia il prossimo gennaio per un sempre graditissimo assaggio di mare d'inverno. 




mercoledì 10 gennaio 2018

Trofeo Lidense - Preview


Arriva a metà gennaio il primo appuntamento agonistico del nuovo anno. Come l'anno scorso anche quest'anno cade all'inizio della preparazione per gli appuntamenti clou della primavera e rappresenta un buon terreno di prova per verificare la tenuta su una distanza, quella dei 15 chilometri, sulla quale ci sono davvero pochissime gare. 

Il percorso è leggermente modificato rispetto a quello dello scorso anno: la partenza non sarà più da Piazza Magellano ma è stata spostata di poco meno di un chilometro sul lungomare in direzione porto alla piazzetta Anco Marzio. Da qui si percorrerà tutto il lungomare fino all'ingresso nella pineta di viale Mediterraneo per correre il classico tragitto all'interno del polmone verde di Ostia con l'andata e ritorno di viale della Villa di Plinio e il ritorno sulla laterale della Colombo. Lo stesso tragitto sul lungomare fatto all'andata si percorrerà nel ritorno verso il traguardo.

Percorso Trofeo Lidense 2018 - Clicca per ingrandire
Una conferma rispetto allo scorso anno è invece il pacco gara "tecnologico". L'anno scorso si trattava di una chiavetta USB, quest'anno invece per i podisti è prevista la consegna di un paio di auricolari bluetooth. I pettorali si potranno ritirare sabato 13 dalle 10 alle 18 presso il Bar Fusion in via Mar Rosso, 267 (angolo via Mar Glaciale Artico) di fronte allo stadio di atletica Giannattasio. La partenza della gara è prevista per le ore 10.00.

Auricolari bluetooth nel pacco gara

martedì 2 gennaio 2018

#Gara 7 - We Run Rome


La solita folla colorata (oltre 10mila i partecipanti tra gare competitive e non) ha salutato l'anno che se ne va lungo le strade del centro della Capitale nel tradizionale appuntamento con la 10k organizzata a San Silvestro dalla Atleticom. Il clima - nuvoloso ma mite - era ideale per correre, anche per questo all'apertura delle griglie mi sono subito posizionato accanto ai pacer più veloci, quelli dei 4 al chilometro.

Si parte puntuali alle 14 e subito il ritmo si fa tosto. Il Garmin mi segnala un passo intorno ai 3'50" che so di dover tenere in vista del calo nella parte in salita. Mi metto di poco avanti ai pacers e spezzo abbastanza bene il fiato, grazie anche alle ali di turisti/tifosi che incitano noi partecipanti lungo tutto il percorso da piazza Venezia a piazza del Popolo passando per piazza di Spagna. Al 4° chilometro inizia la parte più dura del percorso, con la lunga e ripida salita del Pincio, che due anni fa mi provocò un vero e proprio crollo. La situazione fisica attuale, però, è nettamente migliore e riesco a gestire questo passaggio delicato riducendo al minimo i danni e non andando mai in debito d'ossigeno: ciò è fondamentale per poter poi approfittare del lungo tratto di discesa per via Veneto.


Il percorso prevede poi il famigerato passaggio sotto il Traforo che unisce Barberini a via Nazionale e che nella Maratona rappresenta l'ultimo grosso ostacolo in vista dell'arrivo. Qui vengo raggiunto e superato dai pacers dei 40 minuti, che riesco però sempre a tenere a portata d'occhio. Questo mi ha permesso di gestire l'ultimo chilometro in maniera tale da arrivare al traguardo al di sotto dei 40 minuti, terza volta su tre nelle ultime 10 chilometri corse.


Alla fine chiudo al 158° posto su oltre 2600 partecipanti, (28° su 334 nella mia categoria SM40) con la soddisfazione per aver centrato l'obiettivo di abbattere il muro dei 40 minuti anche in una gara come questa nella quale il percorso non ti regala davvero nulla. E ora tutti pronti ad affrontare un 2018 sempre di corsa verso nuovi ed emozionanti obiettivi che solo qualche tempo fa pensavo impossibili. Buon anno a tutti!













venerdì 29 dicembre 2017

WeRunRome - Preview

Puntuale ogni anno arriva l'appuntamento ormai classico con la gara di San Silvestro organizzata dalla Atleticom per le vie del centro di Roma. Rispetto allo scorso anno resta tutto invariato: l'orario di partenza "anomalo", le 14 del 31 dicembre, e il percorso che si snoda lungo le strade più belle della capitale, dal Circo Massimo a Piazza del Popolo fin su il Pincio e poi verso il Colosseo. L'unica vera differenza sta nel fatto che quest'anno la manifestazione non ha più come main sponsor la Nike.


Questo si sostanzia soprattutto nel packaging del pacco gara, che aveva nello zainetto col baffo la principale attrattiva. Ora è diventata una semplice e poco maneggevole busta di plastica con la maglia (tornata per fortuna a maniche lunghe) e il pettorale: un po' poco per il costo dell'iscrizione (20 euro).

Sarà interessante vedere quante iscrizioni riusciranno a raccogliere gli organizzatori senza l'aiuto della multinazionale, per questa che resta comunque una delle gare più suggestive del panorama podistico romano e non solo.

lunedì 11 dicembre 2017

Gara #6 - CorriOlimpiaEur



In quest'ultima parte dell'anno che ho scelto di dedicare alle gare brevi (sulla distanza classica dei 10k), dopo essere stato "costretto" per impegni familiari a disertare la velocissima Best Woman di Fiumicino, eccomi di nuovo al via della Corri Olimpia, la gara che si corre sulle strade familiari dell'Eur. Di veloce questa gara ha davvero poco, il percorso è un continuo saliscendi su salite lunghe e impegnative come il passaggio in via Murri e soprattutto la salitona spezzagambe del Fungo.

La mattinata è gelida: il termometro segna -1 e, nonostante maglie termiche e cappello, si fa fatica a correre con l'aria gelata che ti entra nei polmoni e rende difficile anche solo scambiare qualche chiacchera col compagno di riscaldamento. Il clima insieme alle ragioni altimetriche già esposte mi fanno posizionare l'asticella della prestazione al miglioramento del personale stabilito l'anno scorso sullo stesso percorso.



Poco dopo le 9.30 si parte: sono davanti e provo a tenere il passo dei runner che vanno al di sotto dei 4 al chilometro. Il mio Garmin è coperto dalla maglia termica che mi tiene al caldo le mani, quindi non ho riscontro cronometrico e questo è un bene, perchè mi costringo a correre "a sensazione". Il circuito da ripetere due volte è tosto e al primo passaggio mi rincuora sentire lo speaker che ci dice che stiamo viaggiando al di sotto dei 4 al chilometro: nonostante la salita non ho particolari problemi di respirazione e di tenuta del ritmo. Ho anche il fiato per scambiare qualche parola con un compagno di squadra prima di imboccare l'ennesima salita di viale Egeo (all'altezza della Metro Magliana). Siamo a metà gara: mentre ignoro come tutti il ristoro, do un'occhiata al cronometro che, al passaggio del 5° chilometro segna 19'13". E' il momento del lungo dritto che ci riporta all'altezza del Velodromo alle pendici della salita del Fungo. Il ritmo inevitabilmente scende, provo ad accorciare il passo e a mantenere inalterato il respiro, per evitare di andare in debito d'ossigeno. 



Dal Fungo parte una discesona verso il Laghetto dove provo a recuperare il possibile. Ormai ci siamo, ma per l'arrivo c'è ancora una salita, quella di via Tupini, più dolce delle altre ma molto lunga. Riesco a tenere un passo costante, arrivo a via dell'Astronomia con l'arco dell'arrivo ormai a portata. Ultima sgasata e passo il traguardo, scordandomi di bloccare subito il Garmin che spegnerò con qualche secondo di ritardo. Mi giro e guardo il crono ufficiale TDS che mi conferma di essere sotto i 40 minuti. Ottimo!!

I risultati ufficiali poi mi diranno che il mio tempo è stato di 39'27", migliorando di un secondo (!!!) il mio personale ottenuto qualche settimana fa al Tiburtino. A parità di tempo, però, questo è un risultato qualitativamente più significativo visto il percorso che si affronta. Me ne torno a casa riscaldato e soddisfatto: personale ritoccato, 54° in classifica generale (su 878 arrivati) e 11° di categoria su 99. 



Risultati Ufficiali TDS - Clicca per ingrandire