mercoledì 22 febbraio 2017

Xmilia - Preview


Non era prevista nella mia marcia di avvicinamento agli appuntamenti clou della stagione, ma il tipo di gara, di percorso e il meteo previsto mi hanno convinto ad inserirla nel mio calendario agonistico per il secondo anno consecutivo. La Xmilia (decamilia) è una gara atipica, sia per la distanza - le antiche dieci miglia romane, poco meno di 15 chilometri - sia per la caratteristica "militare" che la contraddistingue.

Infatti è una gara che nasce da un'idea del Colonnello Calligaris, nel lontano 2003, che dà corpo all'idea originale di misurare il percorso non nella maniera tradizionale ma rispolverando le miglia romane. La cosa ebbe un discreto successo ma non venne ripetuta negli anni seguenti. Sarà poi LBM Sport a riproporre la gara nel 2015 mantenendo lo spirito militare nel senso che la gara è valida come prova di efficienza operativa per tutti i militari in servizio.

Questa peculiarità ha garantito, nelle scorse due edizioni, una notevole partecipazione, decretandone il successo, con oltre 2000 runner al via. Per quanto riguarda il percorso si snoda nel quartiere Tor Vergata con partenza in Via del Archiginnasio passando vicino al Policlinico e poi all'interno dell'Università. Non esattamente una location affascinante, piuttosto monotona, ma pianeggiante e favorevole per testare la propria condizione sulla distanza.

Xmilia 2017 - Percorso Clicca per ingrandire

Per quanto mi riguarda la gara è un ottimo diversivo nella tabella di preparazione alla Maratona e mi permette anche di verificare la mia condizione rispetto alla prova dello scorso anno quando mi sono cimentato sempre sullo stesso percorso. Il pettorale si potrà ritirare sabato 25 presso LBM Sport a Via Tuscolana, mentre il pacco gara che consiste come lo scorso anno in una maglia tecnica, si ritira al termine della gara alla consegna del chip. La partenza è prevista per le 9.30.

Ricordo che domenica prossima è una domenica "ecologica" a Roma, con blocco del traffico entro la fascia verde. Entro breve gli organizzatori hanno comunicato che pubblicheranno sul sito e sulla pagina facebook della manifestazione il permesso di circolazione per tutti i partecipanti alla gara.

lunedì 20 febbraio 2017

Lunghissimo e Aminoacidi



Nel buio dell'alba domenicale parto per il secondo lunghissimo in otto giorni con più di qualche apprensione per i quadricipiti che, dopo l'uscita di venerdì, li sento al limite del sovraccarico. Del resto dopo la contrattura subita due settimane fa, la tabella imponeva questa settimana di carico che oltre alle tre uscite infrasettimanali cominciava e finiva con due trentelli.

Parto tranquillo, curioso anche di vedere come si comportavano le nuove solette Noene che ho messo sotto un paio di scarpe ormai scariche (A proposito in settimana ho acquistato il mio terzo paio di Mizuno Wave Ultima 8, di uno sgargiante color arancione, prese in saldo da Cisalfa al 50% di sconto e che inaugurerò in setttimana). Più o meno all'altezza dei Fori Imperiali, quindi dopo poco più di 5 chilometri, sento un indurimento al muscolo tibiale anteriore della gamba destra. Resterà un fastidio presente per tutta la durata della corsa, gestibile perchè non sfocia mai in dolore acuto, ma che mi tiene in apprensione e mi spinge ad allentare il ritmo in maniera evidente. La media complessiva alla fine sarà vicina ai 5'30"/Km che sono la mia assoluta comfort-zone nei lunghissimi, nonostante ci fosse il fiato per seguire il ritmo previsto dalla tabella.

Intorno al 20-25k prendo il solito integratore che mi porta senza particolari problemi al traguardo e fissa il chilometraggio complessivo degli ultimi 8 giorni ad un impressionante (per i miei standard) totale di oltre 110 Km. Appena a casa subito un massaggio decontratturante per il tibiale e provo, per la prima volta, l'assunzione di aminoacidi ramificati. Sciolgo in 350ml d'acqua una busta di Enervit R2  che integra 5g. dei tre aminoacidi (isoleucina. leucina e valina) e carboidrati vari a reintegrare le riserve di glicogeno.



Oggi a 24 ore dall'uscita, devo dire che mi sento molto meno stanco e affaticato di altre uscite, soprattutto con dolori molto attenuati a muscoli vari. Unica controindicazione: ieri sera ho avuto un episodio di diarrea, che ho letto in rete poter essere in qualche modo legato all'assuzione di aminoacidi. Episodio già rientrato questa mattina, comunque.

giovedì 16 febbraio 2017

Solette Noene


Dopo i vari intoppi delle ultime settimane (la contrattura al quadricipite, i dolorini sotto la pianta del piede destro), ho provato a cercare in rete qualcosa che potesse essere di aiuto nel ridurre i traumi che piedi, muscoli e articolazioni subiscono durante questi periodi in cui il carico di allenamento è decisamente rilevante.

Sono andato a finire sul sito della Noene azienda leadere nel settore delle solette per scarpa con particolare riferimento all'uso nello sport. Come recita il sito, le solette high tech Noene, "assorbono e disperdono fino al 98% delle vibrazioni negative derivanti dall’impatto del piede con il terreno. Tali vibrazioni sono tra le principali cause delle infiammazioni e dolori alle articolazioni, alla schiena e alla cervicale. Swiss Made e uniche della propria categoria, al mondo, ad avere il riconoscimento di Dispositivo Medico di Classe 1".

Incoraggiato anche dai molti commenti positivi che ho raccolto sui vari forum, ho acquistato le solette Universal NO2, da 2 mm. di spessore, che vanno inserite sotto le solette delle scarpe da corsa.
Ordinate martedì da Amazon, arrivate ieri sera, le ho subito messe dentro le mie Mizuno Wave Ultima 8, che stanno esalando ormai l'ultimo respiro, per provarle nell'uscita di questa mattina.

Oggi ho affrontato un lavoro di qualità, quindi non particolarmente lungo nel chilometraggio (poco più di 17 chilometri) ma intenso sul piano del passo tenuto. Devo dire che la sensazione di maggiore ammortizzazione è evidente, soprattutto perchè le scarpe che uso sono ormai scariche. Per il resto non ho avuto dolori particolari, ma questo non necessariamente è dovuto alla soletta.

Comunque il primo approccio è stato sicuramente positivo. La aspetto ora alla prova del nove, in un lunghissimo dove supererò i 30 chilometri; lì vedremo se davvero le solette fanno la differenza e se valgono i 30 euro spesi. Vi terrò aggiornati.

mercoledì 15 febbraio 2017

Verso la Roma-Ostia



Il mio obiettivo principale per questa primavera resta la Maratona di Roma, ma non posso dimenticare l'appuntamento con un altro degli eventi clou della primavera podistica della Capitale, la 43° edizione della Roma-Ostia. Proprio ieri in Campidoglio è stata presentata la gara in programma domenica 12 marzo.

Oltre 9000 i runner iscritti per una partenza come al solito "ad onde" (tra l'altro quest'anno per la prima volta partirò con i primi!). Confermato anche il percorso ormai collaudato con il giro iniziale nel quartiere Eur e poi la Colombo dritta per dritta fino al mare. Ci saranno diversi top runner che proveranno a scendere sotto l'ora e limare il record stabilito l'anno scorso (il 58'44" stabilito lo scorso anno dal keniano Solomon Kirwa).



La maglia avrà la stessa fattura di quella dello scorso anno, cambia solo il colore che sarà di un arancione acceso. Altra novità la location dell'Expo Roma Ostia che passa dal Salone delle Fontane al nuovissimo e modernissimo flagship store Roma Cisalfa, in piazza Guglielmo Marconi (all'Obelisco dell'Eur per intenderci). "All’interno di questa nuova location l’Expo RomaOstia resterà il punto di ritrovo per tutti i runner iscritti che lo visiteranno per ritirare il loro pettorale di gara insieme alla maglia e gym sack adidas. Ad attenderli ci saranno tre intense giornate di animazione e divertimento grazie ai partner di RomaOstia ed alla musica dei dj di Dimensione Suono Roma. Orari e giornate di apertura: Giovedì 09 Marzo – 15:00-19:00 – Venerdì 10 Marzo 10:00-19:00 – Sabato 11 Marzo 10:00-20:00".


martedì 14 febbraio 2017

Iscrizione completata


E quindi ci siamo. Quando mancano 46 giorni al via mi è arrivata ieri la comunicazione che sono ufficialmente iscritto alla 23° edizione della Maratona di Roma, la principale manifestazione podistica che si svolge in Italia ed una delle più importanti di Europa. Mi sono iscritto usufruendo della tariffa agevolata riservata a coloro che partecipano per la prima volta.

Intanto gli organizzatori a due mesi dall'evento hanno fatto il primo punto della situazione. Più di 12 mila iscritti fino ad oggi, numero destinato ad aumentare ancora fino al 15 marzo, ultimo giorno disponibile per le iscrizioni, ma che già conferma la Maratona della Capitale al vertice delle maratone del nostro paese (la seconda più partecipata, Firenze, si è fermata a 9mila unità).

Numeri da record anche per quanto riguarda le partecipazioni dall'estero: al momento più di 6mila in rappresentanza di ben 130 paesi. I più grandi innamorati della maratona romana sono ancora una volta i francesi (1700), in testa alla classifica della partecipazione straniera. Un’invasione festosa che contribuirà a garantire alla città un indotto economico stimato in 30 milioni di euro.

venerdì 3 febbraio 2017

Contrattura



Evidentemente ho chiesto troppo al mio fisico con questi tre allenamenti consecutivi. Infatti, oggi, durante l'uscita di corsa lenta 15 chilometri ho avvertito un fastidio alla coscia destra che poi, nella strada di ritorno è diventato così intenso da costringermi ad interrompere la corsa e tornare al passo.
Una volta rientrato è stato evidente che si trattava di una contrattura al quadricipite femorale. 

Nel momento in cui scrivo è ancora presente un dolore, non forte ma che non mi consente evidentemente di correre. Ho applicato il Thermacare per provare a rilassare la parte. Prima di andare a letto, poi, prenderò un Aspirina. Al momento l'uscita del LL prevista per domenica prossima è in forte dubbio. Vi aggiornerò domani, sempre su questo post.

Aggiornamento 4 febbraio: stamattina dopo una buona notte di riposo la gamba va meglio anche se resta un fastidio che mi impedisce chiaramente di correre, sia pur leggermente. Domani salta il lungo e l'idea è quella di rimanere a riposo fino a martedì. La tabella degli allenamenti si modifica in questo modo:


Domenica 5 niente allenamento. Dovrei riprendere martedì 7 con la CL, poi giovedì è confermato l'allenamento di qualità con le ripetute. Poi saltiamo ancora la corsa lenta di venerdì per arrivare in forma al trentello che ho spostato a domenica prossima 12 febbraio, al posto della CLS da 20k.
Al momento è questa l'ipotesi, chiaramente la confermerò domani e soprattutto lunedì dopo aver ripreso anche la bici.

Aggiornamento 6 febbraio: sembra che tutto vada per il verso giusto. Oggi solita sgambata in bici direzione ufficio senza nessun contraccolpo. Confermo per domani l'uscita prevista di corsa lenta più allunghi.

Aggiornamento 8 febbraio: ieri uscita buona di CL, ma al ritorno a casa col muscolo freddo ho avvertito un po' di fastidio. Messo Voltaren e tutta la notte con Thermacare. Stamattina tutto ok, nessun dolore nè fastidio. In giornata comunque proverò ad acquistare una cosciera a compressione da utilizzare per il prossimo allenamento in programma domani.

Aggiornamento 9 febbraio: ieri ottima uscita di qualità: le ripetute 8X1000 le ho affrontate senza particolari problemi nè durante l'allenamento, nè soprattutto dopo. Ora la prova del nove con il lungo di domenica.

Aggiornamento 14 febbraio: tutto ok sia nel LL di domenica che nella corsa lenta di stamattina. Ho capito solo che devo stare attento nella gestione degli allenamenti e non sovraccaricare: tre allenamenti "tosti" uno di seguito all'altro non posso farli, evidentemente.